Wedding Planner e Covid | Intervista a Viola Tarantino

1 Wedding Planner e Covid: cosa stai facendo con il tuo lavoro in questo periodo di crisi?

In realtà continuo a lavorare assiduamente per supportare le coppie del 2020.

Molte hanno già deciso di cambiare data, le altre stanno informandosi.

Per tutte bisogna rimodulare tutto: ricontattare tutti i fornitori, riverificare tutte le date e variare i progetti di allestimento, sopratutto chi ha cambiato stagione e quindi ha rimandato tutto al periodo natalizio.

viola-tarantino

2: Come pensi si evolverà il tuo lavoro nei prossimi mesi?

Faccio questo lavoro da ormai 11 anni, un lavoro senza regole e senza tutele.

Forse è arrivato il momento giusto per trovare nuovi stimoli e creare una nuova realtà professionale.

Sicuramente nei prossimi mesi la figura del wedding planner sarà necessaria ai futuri sposi per non farsi risucchiare dal vortice del tempo che non c’è….

3: Le aziende del settore matrimoni cosa dovrebbero fare secondo te per fronteggiare questa crisi?

Comunicare tantissimo ai nuovi clienti e supportare i clienti già confermati.

viola-tarantino

Formarsi (io ogni giorno seguo almeno 3 tutorial di professionisti), studiare una nuova lingua (o magari finalmente l’inglese) ma anche, o forse sopratutto, definire quale sarà la strada da seguire: non voler più essere tuttologi ma creare nuove sinergie, nuovi accordi commerciali per crescere assieme.

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Condividi